21 Giugno 2021
News
percorso: Home > News > News Generiche

Ossigeno per il Monte di Pasta Ci pensa Uisp Grande Età, via alla pulizia

05-02-2021 09:56 - News Generiche
Parte con tre giornate di volontariato la gestione dell’associazione Grande Età guidata da Paolo Casotti.
Coinvolto il progetto "Orto delle Donne", orti urbani dove i detenuti coltiveranno verdure e fiori


Torna a vivere il Monte di Pasta, polmone verde della città. A ridargli ossigeno, con l’assorbimento di Orti Urbani, è l’associazione Uisp Grande Età presieduta da Paolo Casotti e sostenuta da altre realtà.
L’affidamento da parte del Comune prevede interventi che dovranno favorire l’utilizzo a carattere ricreativo, ludico, didattico, per lo svago, la socializzazione, l’aggregazione, la promozione di sani stili di vita e di relazioni interpersonali e intergenerazionali positive e solidali.
La novità: gli orti urbani saranno coltivati dai detenuti in regime di articolo 21 grazie ad una convenzione attivata con la casa di reclusione di Massa. Coltiveranno ortaggi ma anche fiori, per rendere piacevole una fruizione piacevole per gli ospiti del parco.
La collaborazione con la casa di reclusione continuerà anche con Il coinvolgimento di detenuti benficiari di borse lavoro nella gestione del chiosco posto alla sommità del parco.

La struttura già esistente sarà messa a norma per poter diventare un punto di erogazione di cibi e bevande a carattere prevalentemente locale in collegamento con il progetto DE.CO (denominazione comunale di origine)
"È il parco centrale della città – sottolinea Casotti – con la forma caratteristica di una collina, un percorso di accesso alla sommità abbastanza dolce, alla portata della maggioranza delle famiglie. Un parco definito giustamente di pregio ambientale, che è stato molto vissuto dai cittadini negli anni ’70 e ’80 che oggi può tornare ad esserlo".
E il primo passo si muove insieme al progetto "Orto delle donne", con tre pomeriggi di volontariato sul monte dedicati pulizia. Protagoniste le donne che partecipano al progetto dell’Orto che dedicheranno due ore e mezzo ogni giorno, oggi, domani e mercoledì, a tirare a lucido il polmone verde della città. L’"Orto delle donne" è un progetto avviato nel 2017, di elevata valenza sociale, di cui è capofila la stessa Uisp Grande Età.
Coinvolge persone che hanno avuto la vita segnata da errori commessi, o hanno subìto molestie e violenze. A loro il progetto offre un’opportunità di riscatto, l’occasione di un confronto nell’affrontare insieme percorsi di accoglienza e accettazione. Fasce fragili che necessitano di riscattare la loro vita, confrontandosi nei comuni percorsi di accoglienza e accettazione. Dopo gli interventi di pulizia e manutenzione, il parco aprirà al pubblico dalle 9 alle 18, prolungando l’orario di chiusura nella stagione estiva in occasione di eventi.

Realizzazione siti web www.sitoper.it